Le migliori vittorie di Valentino Rossi nella sua carriera

Valentino Rossi ha vinto così tante volte che è praticamente quasi impossibile selezionare alcune di esse per dire che sono migliori rispetto alle altre. Certo, alcune vittorie contano più di altre, alcune vittorie sono più spettacolari di altre, perciò è su questi due fattori che ci si può basare per scegliere le migliori vittorie di Valentino Rossi nella sua carriera. Quali sono le vittorie più belle di “The Doctor”? Andiamo a ricordare dove il 46 ha lasciato il segno.

L’incetta di risultati

rossi

Forse non tutti se lo ricordano, poiché anche se Valentino Rossi ha solo 40 anni, corre ormai da tantissimi anni, ben 23, se si considerano i moto mondiale. Era il 1996 quando partecipò al primo moto mondiale, in classe 125, piazzandosi nono. L’anno dopo, iniziò l’era di Valentino Rossi, nuovo campione mondiale da battere, nuovo talento sportivo, nuovo personaggio. Nel 1997 si piazzò primo, così come nel 1999, 2001 (500), 2002 (MotoGP), 2003, 2004, 2005, 2008, 2009. Negli anni mancanti, secondi e terzi posti. A partire dal 2010, Valentino no ha ottenuto più il primo posto ma comunque è riuscito a piazzarsi per due volte al secondo posto e per due volte al terzo posto (tra cui nel 2018). Si può dire che una delle migliori vittorie di Valentino Rossi è stata quella di restare sul podio, nonostante non sia più un giovincello. E dice ancora la sua, a 360°.

2002, Tsunami sul MotoGP

rossi 2002

Nel 2001 Valentino Rossi correva per la seconda volta in classe 500, vincendo il campionato. Nel 2002, prova per la prima volta a correre in MotoGP. Il risultato? Vince. Ma, un attimo, perché “vincere” non è il termine esatto. Non c’è un termine adatto per spiegare in che modo, dato che ha ottenuto 355 punti, piazzandosi al primo posto 11 volte su 16, al secondo posto 4 volte e ritirandosi nella corsa rimanente. Un vero e proprio tsunami. Era arrivato Valentino Rossi. Sicuramente, una delle più belle vittorie di Valentino Rossi.

2008, l’anno del record

Nel 2007 le cose non andarono bene: 247 punti, tanti brutti posizionamenti, 3 ritiri. Nel 2008, sempre con la Yamaha, Valentino si piazza al primo posto con 373 punti. Non vinceva da due anni e per quei due anni si era interrotta la striscia di vittorie consecutive. Pensavano già fosse finito il sogno. E invece no. Con grinta, determinatezza, passione e pieno controllo di sé stesso e della moto, riesce a riprendersi il trono, ciò che gli spetta.

Non si vince solo piazzandosi al primo posto

Nel 2014 Valentino Rossi ha compiuto 35 anni. Un’età critica per ogni sportivo. Dal 2014, Valentino Rossi al mondiale ha guadagnato tre secondi posti, un terzo posto, un quinto posto. Quest’anno, 2019, è ancora in gara per un buon piazzamento, nonostante due ritiri consecutivi. Iniziato con un quinto posto, ha proseguito con due secondi posti in Argentina e Cile, per poi tornare al sesto e quinto posto in Spagna e Francia. Il proseguimento della stagione può dare ancora buoni frutti, sempre che The Doctor riesca a tirare fuori dal suo cappello magico, il giusto spirito e la sua caratteristica grinta da competizione.